Messina, Vistidalontano, Blog Scurria, Marcello Scurria, politica, enti locali, territorio, finanza locale Messina, Vistidalontano, Blog Scurria, Marcello Scurria, politica, enti locali, territorio, finanza locale marcelloscurria | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Messina e dintorni
Le primarie al tempo dell'abaco....
post pubblicato in Diario, il 26 novembre 2012


 
L’idea di far decidere i Cittadini, di per sé, è indiscutibilmente positiva.
Tutto quello che si sperimenta (in Italia non abbiamo una lunga tradizione) è perfettibile.
Non sono tra quelli che ha deciso di partecipare ma, come tanti, ne ho seguito l’evoluzione.
Queste primarie, al contrario di quello che abbiamo ascoltato, sono state soltanto competitive. Quelle vere, pur senza competizione, sono state quelle del 2005 (Prodi). La partecipazione, al di là di qualsiasi previsione, è stata spontanea e libera. Nessuno ha sollecitato qualcuno a votare.
Fatte queste debite premesse, l’evento ci restituisce alcuni punti controversi.
  1. Per la prima volte sono stati introdotti alcuni “paletti” per partecipare(pre-registrazione e registrazione) non condivisi da tutti i candidati. Alcuni hanno sostenuto che avrebbero impedito facili incursioni da destra, altri li hanno definiti un modo per limitare o, meglio, scoraggiare la partecipazione.
  2. Dopo la chiusura, come si fa quando le elezioni sono vere, prima del risultato dei concorrenti si comunica  il numero dei votanti. Si tratta di regole non scritte (almeno in questo caso) che garantiscono tutti i partecipanti della bontà delle operazioni elettorali. Dopo alcune ore di attesa sono stati forniti cifre discordanti sul numero dei votanti a fronte di un parziale dato sui candidati. Gli Italiani si sono addormentati con l’idea che avessero votato da 3,5 a 4 milioni di elettori del CS. Il dato ufficiale sui candidati è, però, rimasto fermo a circa il 40% dei seggi aperti sul territorio nazionale.
  3. Stamattina, solo ufficiosamente, il responsabile nazionale delle operazioni, nel corso di una trasmissione televisiva, ha fornito il dato complessivo dei votanti (circa 3,1 milioni di elettori) e le relative percentuali di voti conseguiti dai concorrenti.
  4. Soltanto intorno alle ore 13.00 sono stati pubblicati i dati della quasi totalità delle sezioni (raggruppate per provincia) che hanno confermato, sostanzialmente, il dato fornito intorno alle 8.30 dal responsabile nazionale.
  5. Renzi, sin da ieri sera, ha fornito dati diversi sul numero dei votanti e sulle percentuali dei candidati. Oggi chiede l pubblicazione dei verbali di sezione.
Domenica si torna a votare. Questa volta la fase della registrazione, anzi della preregistrazione per chi non l’ha ancora fatto, si chiude irrimediabilmente il venerdì. E’ auspicabile che le modalità di raccolta del voto e quelle dello spoglio, compreso il numero dei votanti da comunicare prima dello spoglio, avvengano con maggiore trasparenza possibile. Se i sofisticati e tecnologicamente avanzati sistemi elettronici rischiano di andare il tilt per oltre 30 ore forse sarebbe preferibile utilizzare le vecchie calcolatrici. Non suggerisco l'abaco (lo strumento che veniva utilizzato per permettere uno svolgimento facilitato dei calcoli) né quelle scientifiche, ma almeno…… meccaniche.
Sono sicuro che la notte di domenica potremmo addormentarci e dormire senza dubbi…..

Toh, guarda chi si rivede! Francantonio Genovese, Lupus in fabula!
post pubblicato in Diario, il 22 novembre 2009


  Lupo, Lupo, Lupo……. E’ il nome del nuovo segretario regionale del partito democratico scritto su 122 schede. Una vittoria limpida. Lupo ha fatto l’en plein! Ma chi è Lupo si saranno chiesti tanti Siciliani? E’ un sindacalista della CISL (ricordate i cislini D’Antoni e Cociliovo?), eletto nel 2008 deputato all’ARS. Un quarantenne in ascesa che, in quota Franceschini, lo scorso anno era stato chiamato da Veltroni a far parte della segreteria nazionale. L’attività parlamentare del neo segretario, com’è possibile verificare sul sito dell’ARS, non è particolarmente rilevante. Soltanto due disegni di legge, come primo firmatario. Il primo riguarda la “promozione della cooperazione internazionale per lo sviluppo e la solidarietà tra i popoli” e, l’altro, le “misure a sostegno dell'assunzione dei familiari delle vittime del lavoro”. Pochino, onorevole Lupo, per un deputato pieno di voglia di fare alla prima legislatura! Ma questo conta poco! Franceschini, da Roma, si è consultato, ha ascoltato ed ha deciso. La Sicilia spetta ai Margheritini e quindi Lupo sarà il nuovo segretario. Al resto ci hanno pensato i “vecchi” dirigenti DS che, per regolare antichi “dissapori” interni, hanno pensato bene di dividersi. Da una parte, Capodicasa e Crisafulli, hanno puntato su un volto quasi nuovo, se non fosse per il cognome pesante, il cinquantenne Bernardo Mattarella, anch’esso indicato, in quota Rosy Bindi, da Roma. Dall’altra, con un’alleanza del tutto inedita, Peppe Lumia ha potuto contare sull’appoggio, ventre a terra, di Antonello Cracolici. Lumia, presidente uscente della vecchia Assemblea regionale, garantitosi per la quarta o quinta volta il seggio a Roma, in questa occasione non ha avuto bisogno di “siglare” accordi con Genovese.

Uno scontro che, come al solito, al di là dei contenuti delle mozioni, era strumentale al “posizionamento” e, quindi, alla prospettiva politica personale di ciascun dirigente. Risulterebbe incomprensibile, diversamente, la pretesa dei due gruppi ex Ds di separarsi in Sicilia per riunirsi, poi, sul nome del segretario nazionale (Bersani). Ma, come si dice, in politica le vie del Signore sono infinite…..

Una partita, quella degli ex margheritini, studiata e vinta a tavolino, ancor prima della pubblica farsa, con o senza voucher, delle primarie. La lunga “campagna elettorale”, nel totale disinteresse dei Siciliani, ha confermato quanto ampiamente previsto. Lupo e Mattarella “sommano” i delegati e la cosa è fatta.

Tutto cambia, perchè nulla cambi!
Dopo oltre cinquant’anni dalla pubblicazione del romanzo di Tommasi di Lampedusa, in Sicilia continua a non cambiare nulla!

P.S.
Ah, dimenticavo Genovese che, uscito dalla porta, è rientrato dalla finestra.

Franceschini e Genovese il nuovo che avanza.....
post pubblicato in Diario, il 16 ottobre 2009


Durante il confronto a tre in diretta su Youdem dei candidati alla segreteria del PD, Franceschini ha accusato Bersani di aver candidato nelle sue liste Bassolino!!
Bassolino, un tempo osannato dalla sinistra, oggi è caduto in bassa fortuna! Corsi e ricorsi della storia......
Ma Franceschini conosce bene Francantonio Genovese, segretario regionale uscente (credo che saranno in pochi a rimpiangerlo) e suo principale sponsor siciliano?
Chieda in giro, guardi le percentuali di votanti nella provincia di Messina, visiti le decine e decine di Circoli (sulla carta), s'informi.......

Sfoglia marzo        dicembre
calendario
adv