Messina, Vistidalontano, Blog Scurria, Marcello Scurria, politica, enti locali, territorio, finanza locale Messina, Vistidalontano, Blog Scurria, Marcello Scurria, politica, enti locali, territorio, finanza locale marcelloscurria | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Messina e dintorni
Vedremo, diremo, faremo. Altrimenti, le faremo sapere.....
post pubblicato in Diario, il 31 dicembre 2011


Qualcuno ha notizie del referendum del PD Siciliano sull’opportunità di sostenere il Governo Lombardo? Si potrà dire: ma cosa stai a pensare con tutti i problemi economici e non che angosciano  la Sicilia,  l’Italia, l’Europa … addirittura l’intero globo. Mi consenta, direbbe il Cavaliere, i principi sono principi e la democrazia interna di un Partito (democratico!?!) non ammette deroghe. Ho postato l’interrogativo su Twitter sperando di ottenere una qualche risposta, un segnale, una data. Ho aspettato qualche giorno, ma niente. Il referendum degli iscritti non interessa a nessuno. La “base”, come si chiamava ai tempi del PCI,  può attendere. E lo Statuto? La Commissione regionale e nazionale di garanzia? La questione, direbbe Camilleri, è complessa e deve essere approfondita. Si, dopo due anni di tira e molla, come direbbe Bossi, non si è ancora trovata la “quadra”. Bianco è diventato rosso dalla rabbia. Promette sconquassi ed annuncia azioni eclatanti (!?!). La Finocchiaro, deputata regionale in prestito al Senato, osserva, riflette ed attende. Una storia tutta Siciliana quella del referendum sospeso in attesa del Lombardo quinquies o sexies (sino al decies c’è ancora tempo per i gazebi). Intanto, come ha scritto un acuto osservatore della politica siciliana: “vedremo, faremo, diremo. Altrimenti, le faremo sapere….”.

Ma così dimostriamo di non essere proprio dei democratici?  Tranquillo iscritto ed elettore! “Controlleremo, valuteremo, peseremo. In ogni caso non ci smentiremo...
Fondi FAS, qualcosa non convince.....
post pubblicato in Diario, il 1 agosto 2009


Ma non è la stessa somma già stanziata dal CIPE lo scorso 6 marzo, con provvedimenti poi pubblicati nella Gazzetta Ufficiale del 16 Giugno?
A pagina 4 si legge chiaramente che dei 17.8 miliardi sbloccati all'epoca dal FAS proprio 4.093.784.000 euro venivano stanziati per la Sicilia.
Come dice un mio caro amico, caro Miccichè, è tutta una FARSA!!!!!
Il Sud ed i meriti di Miccichè.....
post pubblicato in Diario, il 29 luglio 2009


Non mi riguardano le ragioni per cui lo fa!
Un ministero, il coordinamento nazionale, maggior peso
nel Governo dell’Isola, lotta intestina e guerra di posizionamento in Sicilia, antipatia per Tremonti etc..
Quello che, invece, mi appassiona è l’idea (forte spinta del Sud nei confronti di una Nazione
settentrocentrica) e la prospettiva di un federalismo POLITICO.
Merito a Gianfranco Miccichè che ha avuto l’intuizione e la forza di iscrivere la “questione meridionale” nell’Agenda del Governo nazionale.
Il PD, ormai da anni all’inseguimento del Centrodestra (vedi questione settentrionale)
è impegnato nella scelta del Segretario nazionale e dei cosiddetti leaders locali.
Un congresso (si chiama ancora così!) che giorno dopo giorno produce scaramucce interne e non genera passioni!

I tempi biblici del Governo regionale….
post pubblicato in Diario, il 29 maggio 2008


Maggioranza schiacciante (percentuali bulgare) e coalizione coesa consentiranno di governare all’insegna dell’efficienza per dare risposte concrete e rapide ai Siciliani. Sono le parole e gli auspici del Governatore Lombardo subito dopo la sua elezione plebiscitaria. Dopo quasi 50 giorni tutto è fermo! Le deleghe, dopo un lunghissimo travaglio per decidere la “spartizione” dei posti, tardano ad arrivare. L’Ufficio di Presidenza dell’ARS, divenuto stanza di compensazione, tarda a costituirsi. Le riunioni subiscono continui rinvii. Nel frattempo la Sicilia comincia a bruciare e le Città sono piene di monnezza. La campagna elettorale per le amministrative impazza, ma le Istituzioni sono bloccate!
Il sistema è malato!

Anche Lombardo dimentica Messina.....
post pubblicato in Diario, il 25 maggio 2008


Dodici a zero! Nessun rappresentante dei partiti di maggioranza della provincia di Messina (FI, AN, UDC)  entra nel Governo Regionale. Un'esclusione annunciata ma difficile da digerire. Messina, terzo capoluogo di provincia della Sicilia, resta a mani vuote. Poca autorevolezza della classe dirigente? Volontà di "scartare" Messina? Voglia di colonizzazione dei Catanesi? Occorre interrogarsi sulle ragioni e porvi rimedio. Diversamente, Messina resterà soltanto una "Città di passaggio". 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo assessori messina giunta regione lombardo

permalink | inviato da emmesse il 25/5/2008 alle 9:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Giunta regionale: Lombardo esclude Messina
post pubblicato in Diario, il 21 maggio 2008


Le indiscrezioni pubblicate sui quotidiani non lasciano ben sperare per Messina. La "squadra" messa apunto dal governatore Lombarto non prevede alcun Messinese (nella precedente Giunta c'erano Formica e Beninati). Se stasera Lombardo presenterà gli Assessori di cui si parla (un magistrato alla Sanità), la provincia di Messina resterebbe tagliata fuori dal Governo regionale, con tutte le conseguenze immaginabili per un territorio senpre più "scartato" dal "tavolo" che conta. Se a questo si aggiunge che nessun parlamentare messinese del centrodestra, ad eccezione di Crimi sottosegretario con delega allo sport, ricopre ruoli importanti nel governo Berlusconi (il sottosegretario con delega al Ponte è di Catania), al danno si aggiunge la beffa!
Non ci rimane che sperare nel Messina....... Football Club Peloro!
P.S.
C'entra qualcosa l'accordo raggiunto in extremis dal centrodestra per le amministrative?

Sfoglia novembre        gennaio
calendario
adv