Messina, Vistidalontano, Blog Scurria, Marcello Scurria, politica, enti locali, territorio, finanza locale Messina, Vistidalontano, Blog Scurria, Marcello Scurria, politica, enti locali, territorio, finanza locale marcelloscurria | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Messina e dintorni
Le giustificazioni di Leoluca Orlando....
post pubblicato in Diario, il 29 novembre 2009


 

coppolaLA COPPOLA E' DEI SICILIANI, LA COPPOLA STORTA E'  DEI MAFIOSI

"Il ricorso alla coppola  da parte di IdV per indicare la mafiosità , in occasione della opposizione allo scudo fiscale che fa un regalo alla mafia ,riciclando per legge il suo denaro sporco, ha creato perplessità in quanti hanno "apprezzato il mio impegno di recupero della tradizione della coppola siciliana . E quelle perplessità mi consentono, e impongono, un chiarimento.
"Molti stilisti e promotori della immagine della Sicilia hanno , a seguito di quella mia campagna, utilizzato la coppola per simboleggiare una Sicilia non pervertita, una Sicilia orgogliosa della propria tradizione ed antimafiosa "proprio per orgoglio di identità , proprio in difesa della Sicilia migliore.
"Da Palermo a Berlino sono sorti negozi che vendono coppole per promuovere la Sicilia anti-mafiosa.
"Oggi , 2 ottobre, il Sole 24 ore ricorda la tradizione popolare non-mafiosa , anzi la tradizione anti - mafiosa di quanti, lavoratori della terra , usavano la coppola come copricapo e si opponevano alla mafia nelle campagne.
"Occorre distinguere la coppola dalla coppola "storta".
"La "coppola storta " si collega alla mafia, essendo i mafiosi coloro che" storcevano" la coppola per prendere meglio la mira, per aver un occhio libero,  quando sparavano con fucili caricati a lupara.
"La coppola ,infatti, subisce la stessa sorte di altri simboli, beni e valori tradizionali del popolo siciliano.
"I criminali spesso utilizzano , pervertendoli , i segni tradizionali di un popolo per ottenere consenso popolare.
"I mafiosi  in Sicilia, usano e pervertono , come è noto, segni tradizionali siciliani: la coppola, ma anche onore e famiglia.E commettono reati in nome di una identità, espressa da quei segni.
"Uccidono con la coppola e in nome di onore e di famiglia. Uccidono così due volte : una volta una persona, una volta una cultura.
"Il ricorso alla "coppola storta" è riferito a quella perversione.
"E allora continuiamo a  mostrare la coppola "storta" per indicare i mafiosi e la coppola "non-storta" per ricordare un segno tradizionale siciliano."

Leoluca Orlando

Coppola uguale mafia....
post pubblicato in Diario, il 1 ottobre 2009




Da alcuni anni a Palermo è stata creata la fondazione "Palazzo Intelligente". Tra le tante iniziative della
Fondazione, ricordo, in particolare, quella di rilanciare nel mondo il copricapo (coppola) come simbolo
positivo della Sicilia e non come berretto dei mafiosi. Dopo un concorso tra stilisti, le coppole selezionate
sono diventate non solo il souvenir di Palermo "capitale di cultura e di legalità" ma sono state messe in vendita nei più bei negozi del mondo. Ecco, perchè vedere di Pietro, che ogni giorno si distingue sempre più per dichiarazioni particolarmente “feroci” ed iniziative “spettacolari", usare, allusivamente e negativamente, davanti a giornalisti e fotografi, la coppola, mi indigna. La mafia si combatte anche con un gesto! Oggi Di Pietro ha perso l’occasione di evitare di cadere in uno dei luoghi comuni cui ci ha abituati la codicistica imperante.

Coppola uguale mafia!

PS
Orlando Cascio avrebbe potuto suggeriglielo!

No Cav Day
post pubblicato in Diario, il 8 luglio 2008



(Arcieri)


A tarda sera, nel corso di una trasmissione Sky, Arturo Parisi ha dichiarato:
oggi a Piazza Navona, tra la gente, c'era una domanda di politica, di buona politica.
Non di antipolitica!
Ahimè mancava il mio Partito!
Sono d'accordo!
 

P.S.
Una bella manifestazione rovinata da insulti gratuiti che hanno contribuito a "spostare" l'attenzione dai problemi seri. I mass media, come accade in questi casi, hanno rilanciato le accuse al Papa, al capo dello Stato, alla Carfagna etc. I problemi veri sollevati non hanno avuto nessuna eco. Peccato!

Il Travaglio della Sinistra
post pubblicato in Commenti, il 25 maggio 2008


 

di Giovanni Frazzica



su: mondonuovonews


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. d'alema travaglio di pietro grillo

permalink | inviato da emmesse il 25/5/2008 alle 19:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Il Ponte, le Dipietrate ed i soldi della Fintecna...
post pubblicato in Diario, il 23 maggio 2008


Giochi di prestigio a ripetizione. Il "vecchio" Governo Berlusconi aveva già "alleggerito" la Fintecna sottraendole ben 400 milioni di euro in favore dell'Alitalia. Insediatosi il Governo Prodi, il Ministro Di Pietro, con atteggiamento cerchiobottista, si è battuto per non rescindere il contratto con Impregilo e mantenere in vita la Società stretto di Messina. Con la legge finanziaria del 2007, però, il Governo Prodi ha "stornato" oltre un milione e 400 mila euro dalla Fintecna per opere infrastrutturali prioritarie in favore della Sicilia e della Calabria (circa 250 milioni sono stati assegnati per la Città di Messina). I fondi sono stati allocati nel  Fondo Infrastrutture. Recentemente, Di Pietro ha sottoscritto con Cuffaro (in Calabria con Loiero) un accordo di programma che ha destinato le risorse per la costruzione di importi opere in Sicilia.
Ma volte ritornano......
La dotazione di 1,4 miliardi che aveva Fintecna e che erano stati già "spostati" nella precedente legislatura nel Fondo Infrastrutture servono per i tagli, Ici e straordinari, decisi da Berlusconi nel Consiglio dei Ministri che si è tenuto a Napoli.
Con tanti saluti alle opere stradali e ferroviarie già previste per Calabria e Sicilia.
E il Ponte.....?
Stamani il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, ha scritto al presidente dell'Anas e della società Stretto di Messina spa, Pietro Ciucci, chiedendo che si riprenda "nei tempi più brevi" l'iter di realizzazione dell'opera.
I soldi? Nessun problema! Metteranno le mani delle tasche degli Italiani per usare un'espressione cara a Berlusconi!
E le opere per Messina?
Messina può attendere, tanto tra 50 anni costruiremo il ponte...... di cartone!

Sfoglia ottobre        giugno
calendario
adv